giardino
Conoscere e aiutare i ricci

Il giardino ideale

La razza umana ha messo in pericolo gli equilibri della Natura, ma noi, anche nel nostro piccolo, possiamo agire per migliorare la situazione, iniziando dai nostri giardini e poderi.
Cespugli, come biancospino, ligustro, sambuco, more e lamponi sono un ottimo rifugio per i ricci e tanti piccoli uccelli.
Mettiamo a dimora anche qualche albero da frutta di varietà antiche resistenti a siccità e malattie.
Manteniamo un’area di prato con l’erba alta fino alla fioritura, per attirare insetti e farfalle.
Creiamo un piccolo stagno con i bordi pianeggianti come fonte d’acqua.
Lasciamo alcuni cumuli di foglie e fieno in un angolo del giardino: sono un ottimo posto per fare il nido.
Meravigliose e molto utili sono le case per gli insetti.

Lasciate in un angolo una mangiatoia per i ricci sempre provvista di crocchette e alcuni sottovasi bassi e larghi pieni d’acqua (conviene mettere una pietra dentro per stabilizzarle).
Mettete anche qualche nido e mangiatoia per gli uccelli e, ovviamente, cibo anche per loro.
Praticate piccoli buchi 10×10 cm in ogni lato della recinzione in modo che i ricci possano entrare a due-tre metri di distanza l’uno dall’altro.
Non usate mai lumachicidi, pesticidi, erbicidi e veleni per topi.
Più l’ambiente sarà sano per gli animali, più manterrete un equilibrio che gioverà tantissimo alla vostra salute.

Social Share